martedì 12 luglio 2016

Scorie - Nessuno show, è tutto vero

Apprendo dall'ANSA che almeno 35mila venezuelani hanno approfittato della temporanea riapertura della frontiera con la Colombia, chiusa per volere di Maduro dall'agosto del 2015, per varcare il confine e fare scorta di beni alimentari e medicinali che ormai sono merce rara nel paradiso socialista bolivarian-chavista.



Dimostrando di non avere alcun senso del pudore, il governatore chavista dello stato di Tachira, Josè Gregorio Vielma Mora, ha dichiarato che il provvedimento di riapertura temporanea è stato deciso da Maduro per evitare un nuovo "show mediatico" dell'opposizione, volto a dimostrare una inesistente "crisi umanitaria".

A prescindere dal fatto che se un governo chiude le frontiere, impedendo alle persone di uscire dal Paese, significa che qualche problema c'è, non si capisce per quale motivo i venezuelani avrebbero approfittato della temporanea riapertura della frontiera con la Colombia per uscire così numerosi e, soprattutto, fare incetta di cibo e medicinali.

Evidentemente in Venezuela questi beni scarseggiano e quello che eventualmente si trova sottobanco costa tanto. Le gesta di Maduro e soci sarebbero ridicole, se non stessero rovinando la vita di così tante persone. Per questo sono tragiche.
 
 
 
 
 


Nessun commento:

Posta un commento