giovedì 15 settembre 2016

Scorie - Miopie socialiste

"Francamente non capisco il governo irlandese, che con i soldi della Apple potrebbe ad esempio pagare il servizio sanitario nazionale."
(G. Pittella)



Gianni Pittella, capogruppo dei socialisti al Parlamento europeo, dice di non capire perché il governo irlandese sia contrario alla posizione assunta dalla Commissione europea multando per 13 miliardi la Apple in merito alle tasse (non) pagate in Irlanda.

Francamente non mi stupisce che un socialista non capisca, né mi stupisce che invece di suggerire che con quei soldi il governo irlandese potrebbe abbassare altre tasse, al socialista venga in mente di finanziare della spesa pubblica.

Eppure non è difficile capire perché il governo irlandese non stia gioendo della multa inflitta dalla Commissione alla Apple: qualora alla fine la multa fosse pagata, costituirebbe un precedente tale da indurre un ripensamento da parte di tutte le società che hanno scelto di fare business in Irlanda, ovviamente per via di un fisco leggero.

Evidentemente Pittella, al pari di tanti altri socialisti, dà per scontato che il livello di investimenti di una società e la loro localizzazione siano del tutto indipendenti dalla tassazione, per cui aumentare, per di più con effetto retroattivo, il prelievo fiscale, non crea alcun problema.

Credo che serva una grande miopia per non rendersi conto che tasse elevate e investimenti non vanno d'accordo.

Effettivamente per essere socialista serve una certas miopia.
 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento